Migranti, giovani, precari, ambiente|sabato, Ottobre 24, 2020
Ti trovi qui: Home » Comunicati stampa » “La Mafia Normale”

    “La Mafia Normale” 

    Tempo di lettura: < 1 minuto

    La Mafia Normale” in scena venerdì

    all’Auditorium Rai di Palermo

    Il progetto teatrale è promosso dall’Associazione Antiracket e Antiusura di Trapani

    “La Mafia Normale” – rappresentazione teatrale promossa dall’Associazione Antiracket e Antiusura di Trapani, per combattere la sub cultura mafiosa – sarà portata in scena venerdì 10 gennaio 2014, alle ore 18, nell’Auditorium Rai di Palermo (Viale Strasburgo 19).

    Il progetto, attraverso il linguaggio teatrale, mira a sensibilizzare i giovani e l’opinione pubblica su temi fondamentali e più che mai attuali della legalità.

    L’opera, scritta dal giornalista Marco Rizzo e diretta dal regista Piervittorio Demitry, impone una riflessione attenta su determinati atteggiamenti che, pur se percepiti come consuete e consolidate abitudini, rivelano invece i germi delle grandi illegalità e della loro passiva accettazione da parte di molti.
    Quella rappresentata dagli attori Tiziana Ciotta, Marco Marcantonio, Michele Morfino e dalla giovanissima Lorena Ingarsia è un’opera teatrale di impatto, che scavalca i confini dell’immaginario lanciando un messaggio provocatorio e diretto che possa andare oltre le lezioni di legalità imposte “dall’alto”.
    La Mafia Normale” è una rappresentazione teatrale pensata per i giovani, affinché siano informati e sensibilizzati sempre e comunque e possano rivolgere uno sguardo consapevole sulla nostra realtà e su quanto certe pratiche criminali, che non sono diverse da quelle di stampo mafioso, siano ancora troppo diffuse e accettate nella nostra società.
    Il progetto, fortemente voluto dal presidente dell’Antiracket, Paolo Salerno, rientra nell’ambito delle attività volte a promuovere una coscienza civica: costruire in modo capillare una condivisa cultura della legalità, invitare le imprese a denunciare il racket, condannare l’atteggiamento di chi si nasconde o ignora determinate pratiche, sono, infatti, gli obiettivi primari dell’Associazione che, negli anni, si è costituita parte civile in molti processi penali pendenti nei confronti di imputati accusati di mafia ed estorsione.

    Per informazioni 340 24027212

     

    Aggiungi commento