Migranti, giovani, precari, ambiente|venerdì, Dicembre 4, 2020
Ti trovi qui: Home » News » Tra poco su Generazione Zero Reloaded

    Tra poco su Generazione Zero Reloaded 

    Tempo di lettura: < 1 minuto

    Il Muos è rischioso per la nostra salute? Questa è una domanda che si pongono in molti e che spaventa molti. E le quarantuno antenne presenti da anni nel territorio niscemese? Un’altra domanda che molti si sono posti e che ha spaventato molti. Tanti incontri si sono tenuti in diverse città siciliane al fine di informare e di sensibilizzare la gente non solo davanti al problema legato all’inquinamento ambientale, ma anche e soprattutto alle conseguenze che da esso dipendono. Gli articoli di Mazzeo e le parole di Di Stefano, le manifestazioni dei comitati e i banchetti sotto il sole d’estate, tutto per raccontare quanto sta accadendo e quanto già è accaduto nel nostro territorio.
    C’è ancora tanto da raccontare, altre storie da narrare.
    Tempo fa, leggendo alcuni post sul gruppo Facebook del movimento NoMuos, fui colpito dal messaggio di una donna di nome Linda. Decisi di contattarla. Volevo conoscerla, volevo ascoltare la sua storia e sapere i motivi che la spinsero a scrivere quel messaggio.

    Sul prossimo numero di Generazione Zero Reloaded l’intervista completa.

    About the author: attilio occhipinti

    Nato a Ragusa nel 1989, sono laureto in Filosofia presso la Facoltà degli studi di Catania e in Comunicazione e Cultura dei Media all'Università degli studi di Torino. Dall’aprile 2011 scrivo su Generazione Zero, all’interno del quale ho ricoperto la carica di direttore editoriale dall'agosto 2013 fino a settembre 2014. Per circa un anno sono stato il responsabile delle risorse umane, ruolo che mi ha permesso di coordinare i rapporti tra gli autori e i collaboratori. Mi sono occupato di diversi temi curato nei miei articoli, dall'ambiente, alla politica, passando per i tanti problemi che affliggono gli studenti, i precari e gli immigrati. I miei articoli sono apparsi su I Siciliani giovani, rivista mensile di antimafia, mentre in passato ho collaborato con il mensile d’inchiesta Il Clandestino con permesso di soggiorno. Dal 2016 coordino le attività di ufficio stampa dell'Associazione Generazione Zero.

    Aggiungi commento