Migranti, giovani, precari, ambiente|venerdì, febbraio 22, 2019
Ti trovi qui: Home » Comunicati stampa » L’IdV di Modica su Buscema

    L’IdV di Modica su Buscema 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Una caratteristica importante del nostro sindaco Antonello Buscema è stata quella di voler incontrare sempre, ed ostinatamente aggiungo io, la città per vivere dal vivo i problemi dei vari quartieri e dare giuste risposte ai cittadini.

    Incontro con la città che è presente nel programma elettorale di Antonello Buscema e che tutti abbiamo condiviso e sostenuto.

    Prendiamo atto, però, che dopo una partenza che ha visto veramentela CITTA’ IN MANI SICURE, lentamente, ma inesorabilmente, stiamo assistendo all’abbandono del programma elettorale che ha proposto alla città, e per cui ha ricevuto larghi consensi, per abbracciare a piene mani progetti che mai avrebbe minimamente pensato ma che gli vengono imposti dall’alleato di governo: il progetto di riqualificazione della Vignazza ed il Projet Financing del cimitero di Modica, entrambi figli dell’Mpa e dell’idea di un’amministrazione che vuole solo cementificare la città con l’unico scopo di perseguire obiettivi economici senza tenere conto dei reali bisogni della stessa, sia in termini di riqualificazione urbanistica sia in termini di vivibilità quotidiana.

    Se a questo aggiungiamo lo scempio che si vuole realizzare sull’alveo del torrente San Liberale, allora il quadro è completo.

    Ultimamente stiamo assistendo ad incontri forzati con la città con l’unico scopo di raccogliere consensi indebiti nel tentativo di giustificare un’azione INGIUSTIFICABILE: dare patente di bontà a dei progetti ASSOLUTAMENTE NEFASTI per la città

    Siamo di fronte ad un’amministrazione completamente allineata con la precedente amministrazione Torchi, contro cui si è presentata inizialmente  PIENA ANTAGONISTA, prova ne sia il ritorno alla grande nella compagine amministrativa di Cavallino e Cerruto che segnano l’inettitudine dell’amministrazione il primo e la speculazione sul territorio il secondo.

    Ci sono ampi margini di interventi sia sul piano della riqualificazione che sulla crescita della città e non si capisce perché l’attenzione si sia fermata su interventi che, apparentemente buoni sulla carta, in effetti sono DEVASTANTI PERLA CITTA’.

     

    Ignazio Giunta

    Referente cittadino IdV

    Modica

     

    Aggiungi commento