Migranti, giovani, precari, ambiente|martedì, agosto 20, 2019
Ti trovi qui: Home » La montagna di merda » I protagonisti – Dossier “No Megastore”

    I protagonisti – Dossier “No Megastore” 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Vincenzo Basilotta, imprenditore

    Megastore: Costruttore dello Scordia Megastore
    Note: 1 aprile 2009 viene condannato in primo grado a tre anni di reclusione dal Tribunale di Catania per associazione mafiosa; il 10 giugno 2011, in secondo grado, la condanna è a cinque anni, ma cambia l’imputazione in concorso esterno. Viene definito il “re del movimento terra”.
    La ditta “Incoter Srl” è riconducibile alla famiglia Basilotta: il suo amministratore unico è stato denunciato insieme al sindaco- fino al giugno 2011- di Palagonia Calanducci e a cinque tecnici del comune per abuso d’ufficio e turbativa d’asta.
    La DiA ha sottoposto a un sequestro di 30 milioni di euro nel giugno del 2011l’azienda.

    Angelo Agnello, sindaco di Scordia

    Megastore: Vota “no” alla conferenza dei servizi del 10 febbraio. E’ tuttavia considerato uno dei promotori del Megastore.
    Note:
    Agnello è oggetto di intimidazione nell’aprile 2011, quando ignoti gli rubano l’auto, che sarà poi ritrovata con un foro di proiettile sul cofano posteriore.

    Mario Ciancio, editore/imprenditore

    Megastore: Viene citato dal Prc come protagonista di un altro caso di costruzione di centro commerciale sospetto. “Non possiamo dimenticare i milioni di euro che entrarono nelle tasche dell’editore Mario Ciancio proprietario dei terreni dove è sorto il centro commerciale del quartiere Pigno”. Proprio dall’episodio in questione sarebbe poi nato l’interessamento della magistratura catanese a Mario Ciancio del marzo 2009, scoperta da Il Fatto Quotidiano grazie ad Antonio Condorelli. Nella società che ha realizzato il centro commerciale vicino all’aeroporto di Catania ci sarebbero il fratello del senatore azzurro Carlo Vizzini e il figlio (incensurato) dell’ex parlamentare di Forza Italia Tommaso Mercadante. I lavori per la costruzione del centro in questione sono stati realizzati da Basilotta.
    Note: Proprietario dei canali tv locali Antenna SiciliaTeletnaTelecolor e Video 3, nonché delle radio locali Radio SisRadio Telecolor e Radio Video 3. Ha quote azionarie nei quotidiani Giornale di SiciliaGazzetta del Sud e La Gazzetta del Mezzogiorno. Ha inoltre partecipazioni in LA7MTVTelecomTiscali e L’Espresso/Repubblica. Nel suo stabilimento tipografico stampa e distribuisce in Sicilia e nella provincia di Reggio Calabria i quotidiani nazionali.

    Gaetano Anastasi, consigliere comunale Mpa/genero di Basilotta Vincenzo

    Megastore: Rappresenta l’azienda di famiglia alla conferenza dei servizi
    Note: E’ considerato il tramite per il lavoro privato che Basilotta ha eseguito per Lombardo. E’ consigliere comunale per l’Mpa a Castel di Iudica.

    Bisignani Biagio, ingegnere

    Megastore: Progettista
    Note: Nel 2003/2008 docente a contratto per l’insegnamento di Gestione Urbana, raggrupamento ICAR20, Università di Catania, Facoltà di Architettura sede Siracusa. Nel 2007/2009, Docente a contratto per l’insegnamento di Tecniche Urbanistiche, modulo interno al laboratorio di Progettazione Architettonica 2a/2b. Nel 2009/2010, Docente a contratto per l’insegnamento di Progettazione Urbanistica, Università di Catania, Facoltà di Architettura sede Siracusa. Nel 2010/2011, Docente a contratto per l’insegnamento di Progettazione Urbanistica, Università di Catania, Facoltà di Architettura sede Siracusa.
    Nel 2005/2007, direzione lavori (60%) e parte di progettazione dell’area commerciale integrata “Etnapolis”, Belpasso (CT) (ZARA, OISHO, BERSKA, EMMELUNGA, CAMILLE, C’ART, SEGAFREDO, ZONA FOOD); 2005/2009, PILOTAGE centro commerciale Etnapolis, Belpasso; 2006/2010, progettazione di un centro commerciale a Biancavilla; 2007/2010, progettazione di un centro commerciale Scordia; 2010, progettazione di un centro servizi-commerciale a Catania.

    Giulio Pitroso

    In risposta a I protagonisti – Dossier “No Megastore”

    1. Pingback: Dossier “Scordia Megastore” | Generazionezero.org

    Aggiungi commento