Migranti, giovani, precari, ambiente|domenica, Ottobre 25, 2020
Ti trovi qui: Home » Curiosità » Camp fest Gabbara 2011

    Camp fest Gabbara 2011 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Camp Fest Gabbara 2011

     

    Anche quest’anno, dal 26 al 29 Agosto, si è svolto nell’area forestale di contrada Gabara a San Cataldo il Camp Fest Gabbara, giunto alla dodicesima edizione. Una manifestazione che è diventata tradizione per i giovani e le famiglie che amano la natura, la cultura, la musica e la gastronomia.

    L’organizzazione, costituita da volontari di diverse associazioni (Associazione TAM TAM, Ass.  San Leonardo, gruppo CN 22, Ass. Real Dream, Ass. Porta del sole), con spirito di solidarietà e facendo affidamento a sponsor privati, ha offerto al pubblico un vasto ventaglio di scelta.

    Ci teniamo a rimarcare che nessuno all’interno dello staff ha un tornaconto personale, è un evento della gente e per la gente, per cui l’amministrazione pubblica dovrebbe essere più sensibile.

    Un ringraziamento particolare va alla Camera di Commercio di Caltanissetta; al Tavolo di Sviluppo del centro Sicilia e al Tavolo Unico di regia per lo Sviluppo e la Legalità, presieduti rispettivamente da Tarcisio Sberna e Salvatore Pasqualetto, ottimi relatori del pubblico dibattito su Sviluppo e Legalità nel Centro Sicilia; ringraziamenti anche per l’Associazione Ingegneri per l’Ambiente e il Territorio, presieduta da Andrea Polizzi e Gianfranco Di Pietro che, insieme ad Ennio Bonfanti e Aldina Vetri, hanno proficuamente relazionato all’interno del dibattito su Ambiente, Territorio e Tradizioni.

    Buona la partecipazione anche alle escursioni naturalistiche che si sono effettuate raggiungendo a piedi l’area attrezzata di Musti-Garufi, la “torretta e le pirrere”, il fiume, tutto con il sostegno logistico e la guida di Luciano Carruba. Diverse infatti sono state le passeggiate nel “polmone della Sicilia”, un bosco che ospita specie volatili numerose e selvaggina che sembra quasi entrare in perfetta interazione con i campeggianti.

    Anno dopo anno il sentire comune del Campeggio Gabbara attira sempre più interessati, crescendo il flusso delle persone provenienti da tutta la Sicilia. Quest’anno sono state davvero molte le presenze (circa 7.000 presenze nelle 4 giornate), un dato che ha soddisfatto pienamente gli organizzatori.

    Il Campeggio è, e diventerà sempre più, via di attrazione e valorizzazione dell’ambiente e del territorio, nonché della comunità locale  e del continuum antropologico-culturale dell’entroterra siculo.

    Diversi sono stati i gruppi musicali che in maniera solidale hanno musicato le notti stellate del bosco: i temerari Pupi di Surfaro, i favolosi Adel’s, i frizzanti Demo Mode e Blind, i fantastici giovani Over Load,  e tanti altri.

    Tutto ciò è stato coordinato con impegno e costanza da Giuseppe Fiandaca che con il sostegno di Aldo Falzone, Paolo Palermo, Carlo Buttiglieri, Andrea, Rosario e Salvatore Maira, Sergio La russa, Vincenzo Intilla, Francesco Vetri, Davide Cammarata, Ivano Intilla, Noemi Gnova, Roberta Anzalone, Grace Maiorana, Andrea Lombardo, Andrea Giumento, Gianni Fanni, Claudio Falzone, Francesco Lombardo e altri ancora hanno costituito la logistica organizzativa; non ultimo tra tutti Salvatore Torregrossa che ha curato la grafica e la pubblicità dell’evento.

    Ovviamente ci teniamo a rimarcare che “Il fuoco di Gabbara arde tutto l’anno!”

     

    Aggiungi commento