Migranti, giovani, precari, ambiente|mercoledì, novembre 13, 2019
Ti trovi qui: Home » Ambiente » Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane

    Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane 

    Tempo di lettura: 4 minuti

    Il 90 per cento degli studenti viene accompagnato a scuola in auto, congestionando la città e aumentando i livelli di smog

     

    Il sondaggio svolto questa mattina durante le visite guidate delle classi palermitane

    Legambiente: “Così si convincono i ragazzi che anche per le brevi distanze esistono solo le quattroruote. Servono nuove misure di sicurezza nei pressi delle scuole per stimolare stili di vita più sostenibili e consapevoli”

    Di mobilità urbana si discuterà alle 16,30 nella quarta carrozza del treno, in sosta al binario 3 della stazione centrale. Domani, invece, al via il Trofeo Tartaruga: il premio che mette in competizione i vari mezzi di trasporto per scoprire il modo più veloce, economico e meno inquinante per muoversi in città

     

    Anche se abitano a pochi metri dall’istituto scolastico, in quel breve tragitto che da casa li porta in classe maturano l’idea che esiste sostanzialmente la sola “mobilità motorizzata privata”. È quanto emerge da un sondaggio svolto questa mattina durante il primo giorno della tappa a Palermo del Treno Verde, lo storico convoglio ambientalista di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane che da ventisei anni analizza l’inquinamento atmosferico e acustico delle città italiane. Protagonisti del test sono stati i circa duecento studenti, delle scuole elementari e medie cittadine, che hanno preso parte alla visite guidate a bordo del treno in sosta al binario 3 della stazione centrale.

    Per oltre l’90% il tragitto casa-scuola avviene in auto e nonostante per pochissimi di loro la scuola disti più di 10 minuti solo il 5% viene accompagnato dai genitori a piedi. La quasi totalità dei piccoli studenti intervistati vorrebbe però usare altri mezzi: dalla bici, al bus, ma soprattutto a piedi. Alla domanda del perché a loro avviso i loro spostamenti avvengano sostanzialmente solo in auto, per il 60% è dovuto al lavoro dei genitori e per il 40% è dovuto alla percezione di insicurezza legata all’utilizzo di bici e percorsi pedonali.

    “Sebbene molte famiglie abitino a meno di un quarto d’ora a piedi da asilo, elementari, medie e superiori, si sceglie comunque di effettuare il tragitto in automobile, dando un contributo importante alla congestione, alle emissioni di inquinanti e stimolando nei ragazzi un’abitudine allo spostamento motorizzato – ha dichiarato Mimmo Fontana, presidente di Legambiente Sicilia – Lo testimonia anche il nostro sondaggio svolto a bordo del Treno Verde: abbiamo voluto far crescere tra i giovani una nuova cultura del modo di muoversi nelle aree urbane, perché andare a scuola in macchina ha una duplice valenza negativa, nell’immediato contribuisce alla congestione urbana, in prospettiva convince i ragazzi che anche per le brevi distanze esistono solo le quattroruote. Certo è che abitudini più sane e piacevoli, come quelle di andare a scuola in bici e a piedi, devono essere accompagnate da urgenti misure di sicurezza in prossimità delle nostre scuole, come chiusure al traffico negli orari di entrata e uscita e le istituzioni di zone 30, misure che garantirebbero la sicurezza dei ragazzi, la vivibilità cittadina e lo stimolo verso stili di vita più sostenibili e consapevoli”.

    Proprio della necessità di mettere in primo piano la mobilità urbana nell’agenda politica locale si parlerà oggi pomeriggio nel corso di un dibattito in programma alle 16.30 a bordo della quarta carrozza del Treno Verde (in sosta al binario 3 della stazione centrale). All’incontro, dal titolo “Quale futuro per la mobilità dei nostri centri urbani”, parteciperanno Mimmo Fontana, presidente regionale di Legambiente Sicilia; Francesco Licata di Baucina, direttore di Arpa Sicilia; Giuseppe Barbera, assessore all’Ambiente del Comune di Palermo; Alberto Mangano, presidente Commissione urbanistica Comune di Palermo.

    La mobilità urbana di Palermo sarà inoltre messa materialmente alla prova domattina quando, alle 8, prenderà il via il Trofeo Tartaruga, il premio ideato da Legambiente che mette in competizione i vari mezzi di trasporto per scoprire il modo più veloce, economico e meno inquinante per muoversi in città. La partenza prevista è alle 8 da Piazzale Giotto con arrivo al binario 3 della stazione Centrale dov’è in sosta in convoglio ambientalista. Per i giornalisti l’appuntamento è o alla partenza, alle ore 8 in Piazzale Giotto o alle 9 presso il binario 3 della stazione Centrale dove sarà posizionato l’arrivo.

    Infine, domani dalle ore 18 alle 19 il Treno Verde aderisce a “Mi illumino di Meno”, la celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul Risparmio Energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata da Caterpillar, Rai Radio2.  Previste visite guidate alla mostra e aperitivo vegan a lume di candela. Treno Verde aderisce a “One billion rising”, il flash mob mondiale che coinvolgerà la cittadinanza di tutto il mondo per insorgere ballando contro la violenza di genere. Sarà possibile ballare nella quarta carrozza del convoglio.

     

    Il programma completo della tappa a Palermo del Treno Verde 2014

     

    Giovedì 13 Febbraio

    ore 16.30  Dibattito sulla Mobilità sostenibile: “Quale futuro per la mobilità dei nostri centri urbani”

     

    Venerdì 14 Febbraio

    ore 8.30/13.30  Visite guidate per le scuole prenotate

    ore 8 Trofeo Tartaruga: partenza da piazzale Giotto e arrivo alla Stazione Centrale.

    ore 18.00/19.00 Treno Verde aderisce a “Mi illumino di Meno”, la celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul Risparmio Energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata da Caterpillar, Rai Radio2.  Visite guidate alla mostra e aperitivo vegan a lume di candela. Treno Verde aderisce a “One billion rising”, il flash mob mondiale che coinvolgerà le donne di tutto il mondo per insorgere ballando contro la violenza di genere. Sarà possibile ballare nella quarta carrozza del convoglio.

     

    Sabato 15 Febbraio

    ore 8.30/13.30  Visite guidate per le scuole prenotate

    ore 17.00 Incontro di Presentazione dei gruppi di  acquisto Ecosostenibili: “ Mettersi insieme conviene per risparmiare senza perdere nulla in termini di garanzia e qualità”. In questa occasione sarà anche distribuito ai cittadini un modulo di disponibilità ad aderire ad un gruppo di Acquisto alimentare.. Sarà offerto un aperitivo a Km zero.

     

    Domenica 16 Febbraio

    apertura al pubblico dalle 10 alle 13.

     

    Lunedì 17 Febbraio

    0re 11 a bordo del Treno Verde – conferenza stampa finale con presentazione dei dati del monitoraggio scientifico.

     

     

     

    Il Treno Verde è una campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane,

    con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

     

    Partner: Ecolamp, Renovo, Weber – Saint Gobain

    Media Partner: La Nuova Ecologia, MiniMega Pubblicità, Rinnovabili.it

     

    Si ringraziano il Museo A come Ambiente di Torino per le installazioni interattive e l’ Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma (Corso di Interior and Industrial Design / AAnt Factory) per aver progettato la mostra del Treno Verde 2014.

    Aggiungi commento