Migranti, giovani, precari, ambiente|martedì, Marzo 9, 2021
Ti trovi qui: Home » Ambiente » Ancora violenza contro i No Muos”

    Ancora violenza contro i No Muos” 

    Tempo di lettura: < 1 minutoUn film già visto per il pacifico popolo del No muos, dopo l’arresto di Turi Vaccaro, continua infatti a imperversare l’azione di repressione da parte delle forze dell’ordine nei pressi della base americana. Un ristretto ma eterogeneo  gruppo di attivisti, ragazzi, mamme, anziani, all’arrivo delle forze dell’ordine lungo la striscia d’asfalto che dalla cittadina di Niscemi porta fino alla base militare, ha occupato pacificamente la sede stradale, bloccando l’accesso alle auto della polizia e di un paio di camionette che scortavano i camion pieni di materiale e operai diretti alle antenne.
    Poliziotti e carabinieri, una trentina in tutto, hanno allora reagito alla protesta sollevando di peso tutti i manifestanti tra i quali anche una donna incinta e un anziano che si lamentavano (vedi video) con veemenza a seguito dei metodi sicuramente poco ortodossi adoperati dai militari, mentre una signora, a seguito dello shock provocato dallo strattonamento è svenuta.
    Dopo aver trattenuto il piccolo manipolo ai margini della strada, le vetture e i camion hanno potuto riprendere il loro percorso fino alla base.
    Sicuramente teso il clima che è rimasto nell’aria dopo il passaggio dei veicoli, alcuni degli attivisti sono rimasti seduti al margine della strada sotto shock, prontamente soccorsi dagli altri, increduli per ciò che era successo. Ma lo Stato continua a tacere.

     

    Sebastiano Cugnata 

    About the author: Sebastiano Cugnata

    Sono nato a Ragusa il 23 Luglio 1992. Ho conseguito la laurea in Filosofia all'Università di Catania. Nel dicembre del 2011 ho avuto l'opportunità di far parte della redazione di Generazione Zero.

    Aggiungi commento