Migranti, giovani, precari, ambiente|sabato, luglio 4, 2020
Ti trovi qui: Home » La montagna di merda » La settimana di Giovanni Spampinato

    La settimana di Giovanni Spampinato 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    cronistaIl 27 ottobre del 1972 moriva a 26 anni Giovanni Spampinato, uno studente di Filosofia, un giornalista d’inchiesta, che aveva rimestato nel torbido dei legami tra l’estremismo di destra e il narcotraffico. A Giovanni la redazione di Gzero dedica un lungo dossier nel numero di ottobre di Reloaded.

    Nello stesso è dato spazio al film-documentario “L’Ora di Spampinato” di Vincenzo Cascone e Danilo Schininà, che uscirà proprio il 27 ottobre e sarà proiettato in esclusiva a Ragusa presso il Cinemateatro Lumiere.

     

    Oggi, quindi, incomincia la settimana che ricorda questo giovane cronista de L’Ora, il quarantennale della sua scomparsa. Grazie alla sensibilità dei docenti e di Libera Ragusa, il 27 mattina saremo insieme ai colleghi de Il Clandestino al liceo Scientifico di Ragusa per parlare della figura di questo ragazzo, in una città dove se n’è sempre voluto parlare poco.


    Nel sito dell’associazione “Giovanni Spampinato” è stato pubblicato un post “Iniziative per ricordare Giovanni”, che dice:

    RAGUSA, 22 ott 2012 – Sabato 27 ottobre prossimo, nella ricorrenza del 40.mo anniversio della morte, Giovanni Spampinato sarà ricordato a Ragusa con alcune iniziative pubbliche. Un incontro dibattito si svolgerà per iniziativa di Libera al Liceo scientifico. Nel pomeriggio alle 17, nella sala convegni della Provincia, in viale del Fante, si terrà un incontro pubblico promosso da Centro Studi Feliciano Rossitto, Associazione Siciliana ella Stampa Sezione di Ragusa, Assessorato Beni Culturali della Regione, Associazione Italiana Giovani avvocati. Sono previsti interventi di Giorgio Chessari, Giovanni Molè, Francesco Del Stabile, Franco Nicastro, Gaetano Barone e Achille Occhetto.

     

    Giulio Pitroso

     

    About the author: Giulio Pitroso

    Giulio Pitroso, nato nel 1989 a Ragusa. Laureato in Lettere Moderne a Catania, in Culture Moderne Comparate a Torino. Ha collaborato con Il Clandestino con Permesso di soggiorno, Sciclipress, IlMegafono.org. Ha diretto dalla sua fondazione Generazione Zero Sicilia fino al luglio 2012. Dallo stesso anno è presidente di Generazione Zero. I suoi articoli sono stati ripresi su Liberainformazione e i Siciliani giovani.

    Aggiungi commento