Migranti, giovani, precari, ambiente|mercoledì, aprile 24, 2019
Ti trovi qui: Home » Comunicati stampa » NOTEVOLE AFFLUENZA DI CITTADINI AL GAZEBO DI IDV SULLA DESTINAZIONE DELL’EX CONVENTO DEI CARMELITANI DI MODICA

    NOTEVOLE AFFLUENZA DI CITTADINI AL GAZEBO DI IDV SULLA DESTINAZIONE DELL’EX CONVENTO DEI CARMELITANI DI MODICA 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Si è concluso il Week End di ITALIA DEI VALORI dedicato alla raccolta di firme per la destinazione dell’ex CONVENTO DEI CARMELITANI a struttura culturale, inserendola in un percorso MEDIEVALE, con grande successo di simpatizzanti e cittadini interessati.

    Sono state raccolte ben 354 firme nel breve spazio temporale, e la raccolta continua, per portare la città tutta a conoscenza di questo importante MONUMENTO e per dare la parola a quanti vogliono partecipare attivamente alle decisioni che appartengono alla collettività.

    Ci sono, purtroppo, proposte, anche di autorevoli personaggi politici, che vogliono ingabbiare la struttura destinandola ai CARABINIERI per alloggiamenti e/o presidio di sicurezza, la qualcosa limiterebbe oltremodo ulteriori possibilità di ricerche per portare alla luce testimonianze di inestimabile valore storico, anche la salomonica decisione del tentativo di convivenza di entrambe le soluzioni sarebbe certamente limitativa.

    Moltissimi sono stati i commenti favorevoli al recupero dell’importante opera architettonica risalente alla fine del XIV° sec. d.C., perché Modica, pur avendo vissuto da protagonista il periodo medievale, ne conserva, purtroppo, ben poche tracce considerato che il CASTELLO DEI CONTI è stato quasi interamente distrutto dal terribile terremoto del 1693 e la chiesa di Santa Maria del Gesù è stata di fatto imprigionata per ben 150 anni tra le mura del carcere di Piano Gesù.

    A queste realtà possiamo aggiungere la chiesa di Santa Maria di Betlem con la sua lunetta di Belen e la chiesetta di S. Giacomo nella località della fiumara, letteralmente abbandonata all’incuria del tempo e alla devastazione dei vandali di turno.

    In questo contesto potrebbe inserirsi alla grande l’ex CONVENTO DEI CARMELITANI che a seguito di lavori di restauro ha svelato un importante messaggio storico e culturale e che sicuramente nasconde ancora inestimabili tesori che la Sovrintendenza ai BB. CC. farebbe bene a impegnarsi a recuperare al più presto e non si capisce l’ostinazione che vuole un struttura architettonica di importanza inestimabile bloccata dalla presenza dell’ARMA.

     

    Ignazio Giunta

    Referente cittadino IdV

    Modica

     

    Modica, lì 11 settembre 2012 .

    Aggiungi commento