Migranti, giovani, precari, ambiente|sabato, novembre 17, 2018
Ti trovi qui: Home » La montagna di merda » Furto durante la notte di Paolo Borsellino

    Furto durante la notte di Paolo Borsellino 

    Tempo di lettura: 1 minuto

    L’accaduto

    Base Volpe Astuta

    La notte tra il 19 e il 20 luglio accade un fatto strano presso la Base scout di Fondo Micciulla, a Palermo. “Non è la prima volta che una cosa del genere accade, però a differenza delle altre volte, dove l’obiettivo era rubare i nostri attrezzi da lavoro, a farne le spese sono stati gli zaini del gruppo di ragazzi che in quel momento era ospitato alla Base”, ci racconta Giuseppe Fradella della pattuglia operativa Base Scout Volpe Astuta. “Rientrando alla Base, intorno le 01,15 di notte, dopo aver partecipato alla commemorazione per Paolo Borsellino, ci siamo accorti che nella parete, nel retro della casa, era presente un buco”. Insomma, ignoti si sono introdotti approfittando dell’assenza dei ragazzi e dei capipattuglia per via della commemorazione, per rubare tutto ciò che c’era nella base. Alla fine hanno trafugato sedici zainetti, rinvenuti nei pressi della recinzione, che era stata tagliata precedentemente.

    I soliti ignoti hanno rubato gli unici oggetti di valore contenuti in uno zainetto da scout: i coltellini. “Chiaramente abbiamo fatto l’ennesima denuncia e ci auguriamo che la Polizia riesca a fare luce sull’accaduto”, ci dice Giuseppe che aggiunge con fermezza “sicuramente non molleremo, anzi. A chiudere il buco sulla parete questa volta eravamo in ottanta circa mentre la volta precedente, avvenuta nel 2010, eravamo solo in cinque”.

    Di Attilio Occhipinti

    About the author: attilio occhipinti

    Nato a Ragusa nel 1989, sono laureto in Filosofia presso la Facoltà degli studi di Catania. Dall’aprile 2011 scrivo su Generazione Zero, all’interno del quale ho ricoperto la carica di vicedirettore editoriale dal luglio 2012 al luglio 2013. Dall'agosto 2013 sono il direttore editoriale. Per circa un anno sono stato il responsabile delle risorse umane, ruolo che mi ha permesso di coordinare i rapporti tra gli autori e i collaboratori. Ho curato diversi ambiti e trattato diverse questioni nei miei articoli, dall'ambiente, alla politica, passando per i tanti problemi che affliggono gli studenti, i precari e gli immigrati. I miei articoli sono apparsi su I Siciliani giovani, rivista mensile di antimafia, mentre in passato ho collaborato con il mensile d’inchiesta Il Clandestino con permesso di soggiorno.

    Aggiungi commento