Migranti, giovani, precari, ambiente|domenica, dicembre 8, 2019
Ti trovi qui: Home » Dal Territorio » Catania » Comunicato Radio Rebelde

    Comunicato Radio Rebelde 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Radio Rebelde è la nuova radio libera e indipendente di Scordia nata dall’esigenza da parte di giovani compagne e compagni, vogliosi di sciogliere i propri pensieri e di affrontare varie tematiche, per implementare un sistema di comunicazioni libero in grado di sopperire al deficit culturale, sociale e di aggregazione che oggi governa Scordia.

    Giovani Comunisti, Rifondazione Comunista e Italia dei Valori si slegano dall’ottica prettamente politica e partitica per trasmettere emozioni, musica, rabbia, informazioni e cultura.

    Il desiderio è quello di creare un dispositivo in grado di dar voce anche alle categorie sociali la cui presenza nei media è spesso preclusa: donne, disoccupati, immigrati, studenti, precari, dando vita a rubriche ed appuntamenti che abbatteranno il muro della musica commerciale e degli standard nichilistici che vengono diffusi dai grossi sistemi di comunicazioni.

    Faremo sentire a quanta più gente possibile le azioni di un’amministrazione che vuole solo contribuire ad accentuare la crisi che Scordia, la Sicilia e l’Italia sta subendo.

    Dal folk al reggae, dal rock all’elettronica senza mai dimenticare da che parte stare, si avrà l’opportunità di trasmettere dalle città più belle d’Europa, Amsterdam, Barcellona, Londra e Parigi, grazie a tutti i compagni che vogliono far sentire la loro voce, le loro idee.

    L’intento è quello di riuscire a coinvolgere tutti coloro che hanno un’idea piacevole ponendoci come punto di riferimento per un rivoluzione culturale, politica e sociale che parta dal calatino.

    Radio Rebelde vuole essere un luogo di cultura, ribellione, informazione, come furono le radio indipendenti di Danilo Dolci, radio libera Partinico, o di Peppino Impastato, radio AUT.

    Porteremo idee innovative e costruttive per migliorare lo stato delle cose configurando la radio come uno strumento di crescita che attraverso la musica, l’intrattenimento, i programmi scientifici, artistici e politici, riesca a coinvolgere quanta più gente possibile e già prima del lancio ufficiale sentiamo il calore, l’affetto e la voglia di partecipazione e militanza di quanti vengono a conoscenza di questo progetto.

    Radio Rebelde è anche un sogno che si avvera, quindi non svegliateci troppo presto, abbiamo un paese da cambiare!

    Radio Rebelde (http://www.radiorebeldescordia.com/)

    Giovani Comunisti

    Rifondazione Comunista

    Italia dei Valori

    About the author: attilio occhipinti

    Nato a Ragusa nel 1989, sono laureto in Filosofia presso la Facoltà degli studi di Catania e in Comunicazione e Cultura dei Media all'Università degli studi di Torino. Dall’aprile 2011 scrivo su Generazione Zero, all’interno del quale ho ricoperto la carica di direttore editoriale dall'agosto 2013 fino a settembre 2014. Per circa un anno sono stato il responsabile delle risorse umane, ruolo che mi ha permesso di coordinare i rapporti tra gli autori e i collaboratori. Mi sono occupato di diversi temi curato nei miei articoli, dall'ambiente, alla politica, passando per i tanti problemi che affliggono gli studenti, i precari e gli immigrati. I miei articoli sono apparsi su I Siciliani giovani, rivista mensile di antimafia, mentre in passato ho collaborato con il mensile d’inchiesta Il Clandestino con permesso di soggiorno. Dal 2016 coordino le attività di ufficio stampa dell'Associazione Generazione Zero.

    Aggiungi commento