Migranti, giovani, precari, ambiente|giovedì, dicembre 5, 2019
Ti trovi qui: Home » Dal Territorio » Catania » Scossa a Siracusa e provincia. Terremoto avvertito anche a Catania

    Scossa a Siracusa e provincia. Terremoto avvertito anche a Catania 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Oggi 27 Giugno 2012 si parla di sisma nel Sud Italia, evento che segue le anticipazioni fatte qualche giorno fa dal Dr Annibale Mottana che durante il discorso inaugurale all’Adunanza Generale dell’Accademia dei Lincei ha parlato della possibilità di fenomeni nella zona della Calabria e appunto della Sicilia, il famoso Big One.

    Infatti proprio stanotte e anche stamattina, ultima scossa alle 12,35,  la Sicilia Orientale si è svegliata con varie scosse di terremoto verificatesi a Siracusa e Provincia.

    Fortunatamente le scosse di stanotte non sono state particolarmente forti, al contrario di quelle previste che potrebbero essere devastanti. Ma la terra ha tremato molte volte, considerato che in tutto sono state almeno 15 le scosse registrate. In realtà però una sola scossa sembra quella avvertita dalla popolazione distintamente.

    Si tratta della scossa verificatasi alle ore 03:14 con magnitudo di 3.7 con un ipocentro vicino alla superficie a soli 3 Km ed epicentro nella zona di Siracusa, ma anche a Catania è stata avvertita dai chi soffre d’insonnia.

    La scossa è stata avvertita distintamente da gran parte della popolazione nonostante l’ora tarda, non si registrano danni a cose o persone. Inevitabile però che considerato il momento particolarmente emotivo in relazione ai terremoti in Italia, questa scossa durata diversi secondi, anche se non di fortissima intensità, ha creato il panico tra la popolazione.

    Ricordiamo che gli esperti ribadiscono che non è possibile prevedere i terremoti, diverso è il discorso relativo allo scenario riguardante l’evolversi di un sisma che si è già iniziato a verificare, come avvenuto ad esempio in Emilia. Resta però il dato di fatto che sono diversi gli esperti che si dicono convinti che a breve nella zona calabro-siciliana potrebbe manifestarsi un evento di forte intensità. L’auspicio ovviamente è che si tratti di previsioni sbagliate e che quello di stanotte resti un caso isolato. 

     

    Di Vincenzo Barbagallo

    About the author: attilio occhipinti

    Nato a Ragusa nel 1989, sono laureto in Filosofia presso la Facoltà degli studi di Catania e in Comunicazione e Cultura dei Media all'Università degli studi di Torino. Dall’aprile 2011 scrivo su Generazione Zero, all’interno del quale ho ricoperto la carica di direttore editoriale dall'agosto 2013 fino a settembre 2014. Per circa un anno sono stato il responsabile delle risorse umane, ruolo che mi ha permesso di coordinare i rapporti tra gli autori e i collaboratori. Mi sono occupato di diversi temi curato nei miei articoli, dall'ambiente, alla politica, passando per i tanti problemi che affliggono gli studenti, i precari e gli immigrati. I miei articoli sono apparsi su I Siciliani giovani, rivista mensile di antimafia, mentre in passato ho collaborato con il mensile d’inchiesta Il Clandestino con permesso di soggiorno. Dal 2016 coordino le attività di ufficio stampa dell'Associazione Generazione Zero.

    8 Risposte a Scossa a Siracusa e provincia. Terremoto avvertito anche a Catania

    1. Salvatore (evangelista)

      Per favore, smettiamola con questo augurio dal sapore superstizioso che l’ipotesi di un terremoto devastante possa verificarsi fra Calabria e Sicilia sia una previsione sbagliata!

      Infati, reputo irresponsabile chiunque (Sindaci, Protezione Civile, Ingv) dice ogni volta che non
      “bisogna creare panico” fra la gente in materia di terremoti, poichè quanto accade in Italia – e nel mondo – è un chiaro segnale premonitore dei SEGNI DEI TEMPI di cui parla Gesù in persona (Matteo 24,7 – Marco 13,8 – Luca 21,25)!

      E’ mai possibile che tutti se ne stanno zitti per timore di essere presi in giro?

      Come cristiano è dal 1997 che scrivo e parlo di questi eventi (vedi su YouTube il mio video Segni ultimi Tempi a firma “ricercatore eventi”), ma i saggi del nostro paese non vogliono dar retta a Dio preferendo fare ipotesi su ipotesi e mantenendo, così, il popolo nell’ignoranza.

      Io sono siciliano e, pertanto, sono solidale con i siracusani in ansia per le scosse di stanotte, ma da credente son tenuto a essere schietto e sincero per cui esorto il lettore a credere al Signore piuttosto che ai sismologhi!

       
      • Andrea (Agnostico)

        Mai lette tante idiozie scritte tutte insieme…(mi riferisco al commento di cui sopra).
        Ci mancava il profeta integralista che ci confessa che sono segni premonitori di cui parlava Gesù in persona (2000 anni fa?)…
        Forse farebbe meglio a tornare a scuola a studiare un po’ di geologia, perché se dovremmo ancora credere ai segni del Signore e a quello che ci raccontava la Chiesa ancora crederemmo che il Sole gira intorno alla Terra, e non viceversa…
        Ignoranza e religione sono una accoppiata vincente…

         
        • Salvatore (evangelista)

          Andrea, non so dove risiedi per cui ti invito a cercare una comunità cristiano-evangelica dalle tue parti e chiedere al responsabile se le mie sono “balle”…

          Sei l’ennesima conferma dell’ateismo e dell’incredulità di cui parla Cristo, a proposito della mentalità degli ultimi tempi.

          Per aggiornarti, stanotte la terra ha tremato più volte nel catanese.

          Ravvediti e credi al vangelo (Matteo 3,2)!

    2. Salvatore (evangelista)

      Andrea, ho dovuto – ahimè – aggiungere il tuo nome al lunghissimo elenco di scettici degli ultimi tempi, dato che ti confermi quanto Gesù stesso ha prèdeto sulla mentalità incredula prima del suo ritorno (Atti 1,11 – Zaccaria 14,4).

      Che peccato un’altra anima che si perde…!

       
    3. Elia (Testimone di Geova)

      Ragazzi, non posso fare a meno di intervenire in questa discussione. Io sono di Augusta e da noi il terremoto si e’ sentito chiaramente. Posso assicurarvi che i soli a non aver subito alcun danno materiale (rottura di oggetti e via dicendo) fra i miei conoscenti sono stati coloro che appartengono alla Comunita’ dei Testimoni di Geova.
      Gli agnostici e atei e quegli altri atei che chiamano cattolici (minuscolo) sono stato castigati anche se ancora non duramente, ma mi dispiace per Salvatore, anche un mio amico Evangelico ha subito la rottura del suo Nintendo DS.
      Questo, come dicevi bene Salvatore, e’ solo un avvertimento da parte del Signore. La Sua Mano tornera’ a colpire e soltanto i Giusti saranno risparmiati. La costruzione del Regno e’ prossima: la crisi economica, i terremoti continui e le catastrofi, sono tutti segni che il tempo si sta compiendo. E’ un avvertimento ma non una minaccia: siete tutti invitati a braccia aperte a lasciare entrare Geova, Unico Dio, nella vostra vita.
      Se volete altre informazioni, vi consiglio di andare su
      http://www.watchtower.org/i/index.html
      anche solo per curiosita’ intellettuale: troverete piu’ risposte di quelle che cercate.
      Elia

       
      • Andrea M.

        Conoscendo la mentalità degli integralisti so per certo che far ragionare un cattolico o un testimone di Geova è la cosa più inutile a questo mondo.
        Per cui non perdo tempo e vi lascio vivere nell’illusione che il vostro dio causi terremoti.
        Nel caso rinsaviste, vi consiglio nuovamente di acquistare un buon libro di geologia e studiare come funziona la Terra.
        Poi ovviamente c’è la storia del serpente e della mela, di Gesù che è il figlio e nello stesso tempo padre, che nascono donne dalle costole, che le donne non hanno diritti, che i gay e lesbiche sono indemoniate, che l’eutanasia è peccato, perchè le macchine tengono in vita i malati giustamente sono opera di Dio e non della tecnologia umana…
        Che quando muore un paziente è colpa del medico e se sopravvive è un miracolo di Dio.
        La religione è l’oppio dei popoli, si perde totalmente l aragione per il proprio ideale religioso, affidando ogni proprio ragionamento e decisione al volere di Dio.
        E’ la vostra vita, se esiste un Dio mi ha dato la scelta di poterne disporre come voglio, e semmai esiste un paradiso potrei anche rischiare di andarci: non uccido, non fumo, non bevo, rispetto gli altri, rispetto me stesso, aiuto chi ne ha bisogno.
        Come è logico immaginarsi, per chi ancora sa usare la logica, non è necessario essere credenti integralisti per essere brave persone.
        Buon terremoto divino a voi.

         
        • Anonymous illuiminatur

          Fortuna che ci sono persone come Andrea….ridicolo sentire che solo i”fedeli”non hanno avuto danni…..ESILARA!!!!NTE

    4. Salvatore (evangelista)

      Andrea, se la tua vita e il tuo futuro si fondano sul “nulla” – ahimè – sei il più illuso fra tutti gli uomini poichè ti consideri una persona “viva” mentre agli occhi di Dio appari come un essere vivente “spiritualmente” morto….!

      Suvvia: vuoi aspettare l’ultimo momento per capire che Dio desidera la tua “salvezza” (1^ Timoteo 2,4)?

      Gesù non ha ancora aperto il libro dei 7 sigilli (che contiene calamità, carestie, guerre, sangue, orrore senza limiti, epidemie, terremoti, fenomeni atmosferici terribili eccetera), perciò ti invito OGGI a riconoscere Cristo come tuo Signore perchè tu erediti la vita eterna.

      La scelta è solamente tua. Io da cristiano (non sono una persona religiosa) ho il dovere di esortarti.

      Punto.

       

    Aggiungi commento