Migranti, giovani, precari, ambiente|domenica, Gennaio 17, 2021
Ti trovi qui: Home » Comunicati stampa » Lista Civica “Il Timone” di Pozzallo aderisce all’IdV

    Lista Civica “Il Timone” di Pozzallo aderisce all’IdV 

    Tempo di lettura: 2 minutiItalia dei Valori, anche a Ragusa, continua ad aumentare i consensi intorno alla propria linea politica e allo stesso tempo ad accrescere il numero di rappresentanti del partito nei consigli comunali. Infatti la lista civica di Pozzallo “Il Timone” ha annunciato ufficialmente il proprio scioglimento per aderire al partito di Di Pietro mentre il suo consigliere comunale Pino Asta costituirà il gruppo consiliare del partito in seno al consiglio comunale della città rivierasca. L’annuncio è stato dato, stamani,  lunedì mattina nel corso di una conferenza stampa tenuta presso la sede provinciale del partito a Ragusa, presenti appunto il consigliere Asta, il presidente del movimento “II Timone”, Giorgio Spadaro, il vice coordinatore regionale e coordinatore provinciale Giovanni Iacono, il vice coordinatore prov.le Pietro Savà e il capogruppo consiliare a Ragusa, Salvo Martorana. E’ stato proprio quest’ultimo ad osservare che nel momento in cui dappertutto di parla di antipolitica, in cui i partiti tradizionali, soprattutto del centro destra vanno a dar vita ad associazioni le più varie, nel tentativo di arginare la perdita di consensi elettorali, qui a Ragusa si assiste ad un fenomeno diametralmente opposto, in cui un movimento e la sua lista civica collegata, che sono stati protagonisti a Pozzallo dal 2006 e fino alle recentissime amministrative di Pozzallo, decidono invece di aderire ad un partito, quell’Italia dei Valori che rappresenta sicuramente una novità nell’ambito dei partiti tradizionali, facendosi attenta interprete dei bisogni di base di cittadini, gente comune, di persone per bene e dando loro voce anche nei palazzi del potere. Quindi non Italia dei Valori come portavoce dell’antipolitica, ha puntualizzato il vice coordinatore regionale Iacono, ma come portavoce dell’anti “mala politica” e partito che in questi anni ha promosso la partecipazione democratica con i referendum ed assunto, con coerenza, iniziative legislative concrete a difesa dei cittadini e contro i privilegi della casta. Pino Asta, da parte sua ha ricordato che le battaglie condotte in Consiglio Comunale sono state sempre improntate allo stesso stile di Italia dei Valori basate sull’etica e al perseguimento del bene comune. Assente l’on. Ignazio Messina, responsabile enti locali di IdV, che pur avendo annunciato la sua partecipazione, ha dovuto prendere parte, come membro della commissione parlamentare antimafia, ad un incontro a Castelvetrano con i giovani di Libera oggetto di intimidazioni mafiose  ma tramite Giovanni Iacono ha fatto pervenire il suo benvenuto a Pino Asta e al suo movimento, come pure ha fatto il senatore Fabio Giambrone, coordinatore regionale del partito in Sicilia. Giorgio Spadaro che fino ad oggi ha rappresentato il movimento civico “Il Timone” ha spiegato che la scelta di confluire in  Italia dei Valori è stata dettata dal riconoscimento a questo Partito di essere l’unico, in tutti questi anni, ad essersi battuto concretamente a difesa dei cittadini senza guardare in faccia nessuno e svolgendo con onestà il compito importante di opposizione. Gli ideali di IdV come partito autonomo dagli schieramenti tradizionali e le campagne di legalità, di sviluppo sostenibile, sul lavoro collimano totalmente con tutto ciò in cui ha creduto il movimento civico “Il Timone” e quindi il “matrimonio” è stato naturale.

    Aggiungi commento