Migranti, giovani, precari, ambiente|venerdì, Settembre 25, 2020
Ti trovi qui: Home » Dal Territorio » Catania » Al Coppola dal 30 al 6 maggio: Programma

    Al Coppola dal 30 al 6 maggio: Programma 

    Tempo di lettura: 4 minuti


    lunedì
    30 aprile
    • ore 21:00
      Cesare Malfatti (La Crus, Afterhours, Amor Fou)
      (Musica)

      Cesare Malfatti è chitarrista dei Weimar Gesang dal 1986 al 1988. Dal 1989 al 1992 è chitarrista degli Afterhours. Apre un proprio studio di registrazione dove collabora con alcuni esponenenti della musica indipendente locale. Nel 1993 assieme a Mauro Ermanno Giovanardi e Alessandro Cremonesi fonda i La Crus. A fianco della carriera da musicista affianca quella di produttore discografico. Nel 1999 assieme a Stefano Ghittoni fonda come progetto parallelo i Dining Rooms, duo sperimentale di musica elettronica. Nel 2002 con Gionata Bettini pubblica l’album eponimo del progetto n00rda, dove sono ospiti Alessandro Raina, Imma Costanzo (Soul Mio) e Jenifer Jackson. Nel 2005 è tra i fondatori degli Amor Fou dal quale uscirà dopo la pubblicazione del primo album. Dopo lo scioglimento dei La Crus avvenuto nel 2007 si dedica alla carriera solista. Nel 2010 assieme a Stefano Ghittoni e Dodo NKishi pubblica l’album Tired Heroes of the Lost Generation a nome Sem’bro. Nel 2011 partecipa alla temporanea reunion dei La Crus al Festival di Sanremo 2011 e in primavera dello stesso anno pubblica il suo primo album solista Cesare Malfatti, per Adesiva Discografica, dove scrive le musiche, canta e suona tutti gli strumenti, mentre i testi sono di Alessandro Cremonesi (La Crus).


    mercoledì
    2 maggio
    • ore 14:00 – 18:00
      Partita Siciliana
      Laboratorio di teatro, poesia e cunto siciliano. A cura di Gaspare Balsamo

      (Workshop)

      Nel tentativo di chiarire e specificare i motivi che spingono la Sicilia e i siciliani a sentirsi nazione e popolo, Gesualdo Bufalino parlando di scacchi, in un suo scritto riferisce di una cosiddetta Partita Siciliana, aggiungendo che si tratta di un particolare sistema di gioco e che, nella teoria degli scacchi, esistono tanti sistemi ciascuno variamente denominato dalla nazione che l’ha inventato e divulgato. Esiste la Partita Francese, la Spagnola, e via dicendo. Partendo da alcuni canti del poema catanese La Caristia di Domenico Tempio, nel laboratorio Partita Sicilana, verranno introdotti e affrontati proprio quei temi che mi sono cari e che utilizzo, e che sono parte di una cultura artistica propria della Sicilia:

      – il CUNTO come mezzo di scrittura visiva popolare e meccanismo ritmico proprio della scena;
      – la NUOVA POESIA SICILIANA come campo di studio e di recitazione in lingua siciliana colta;
      – il RACCONTO come modalità espressiva di base;

      Le giornate saranno integrate da un lavoro fisico propedeutico e si completeranno con la parte teorica.

    • ore 21:00
      Toti Poeta
      L’ora di socialità tour

      Toti Poeta ha all’attivo due album ed è in uscita ad aprile 2012 il nuovo lavoroL’ora di socialità. Nel 2006 pubblica l’omonimo Totipoeta con il quale si presenta al pubblico ottenendo ottime critiche e partecipando a numerosi festival (M.E.I., Teranova Festival, etc.). Ad aprile 2008 è la volta de Lo stato delle cosepubblicato da “Malintenti dischi”. Nel 2009 produce artisticamente Ora ti ho (malintentidischi/piccica edizioni) del cantautore Oratio e il primo singolo del cantautore Nicolò Carnesi. A dicembre 2010 pubblica la canzone Faccio di tuttoa sostegno della campagna referendaria per l’Acqua pubblica e a marzo suona sul prestigioso palco di Piazza san Giovanni a Roma per la manifestazione “2 si per l’acqua bene comune”. Il 21 aprile 2011 è la data d’uscita del 45 giri Al di sopra di me nuovo singolo che anticipa l’uscita dell’album prevista ad aprile 2012.


    giovedì
    3 Maggio

    venerdì

    4 Maggio
    • ore 14:00 – 18:00
      Partita Siciliana
      Laboratorio di teatro, poesia e cunto siciliano. A cura di Gaspare Balsamo
       (Workshop)
    • ore 21:00
      (Odio) gli indifferenti
      di e con Loredana Cannata

      (Teatro)

      “(Odio) gli indifferenti” è un testo di teatro civile che racconta nei dettagli i fatti avvenuti durante la manifestazione pacifista, nonché contro-parata militare, del 2 giugno 2005, che, col pretesto di uno striscione contro i CPT che tirava in causa l’allora ministro degli Interni Pisanu, fu fermata, sequestrata e repressa nel sangue con modalità “surreali” e preoccupanti. Diventa un’occasione per parlare di democrazia, diritti e partecipazione. E’ un monologo teatrale unico nel suo genere, in quanto crea, inventa, un nuovo genere teatrale, il “rap theatre”, il microfono in mano, il ritmo, le basi musicali hip hop, l’andare verso il pubblico con coraggio e necessità di raccontare. Lo stile usato è quello del racconto diretto, della testimonianza viva, fatta spesso con rime e assonanze, giochi di parole e di senso.

      Scritto, diretto e interpretato da Loredana Cannata. Musiche originali Bonnot (Assalti Frontali)


    sabato

    5 Maggio
    • ore 09:00 – 18:00
      Interrogation as credo
      workshop di fotografia con Donald Weber e Massimo Mastrorillo
       (Workshop)

      Protagonisti dell’incontro due fotoreporter d’eccezione, Donald Weber (premio World Press Photo 2012 e primo premio Picture Of The Year 2012) e Massimo Mastrorillo (premio World Press Photo 2006), che illustreranno il loro affascinante viaggio alla ricerca di una nuova formula di narrazione della contemporaneità, in grado di restituire all’arte fotografica la funzione sociale e sovversiva del disvelamento dell’estetica nascosta dietro la morte di massa, il dolore privato e i disastri naturali come rappresentazione della società.  Per approfondire e ampliare il loro progetto, i due autori (insieme allo scrittore Larry Frolick) hanno recentemente fondato il collettivo Mastodon, sviluppando un lavoro di costante documentazione delle catastrofi contemporanee, da Cernobyl a L’Aquila fino a Fukushima.

    • ore 21:00
      Tresssicilie. Abbecedario di decolonizzazione
      di e con Gaspare Balsamo

      (Teatro)

      Cercando di cogliere alcuni dei tratti distintivi di una cultura che ha una sua propria storia e una sua identità, il meridione italiano diventa oggi “Tresssicilie”, in una prospettiva futura che guarda a quella matrice culturale sostenendone le interazioni col mondo della vita odierna e gli incroci spontanei con gli eventi e i processi del presente.
      Un bambino, nella semioscurità di un museo, tra le giubbe esposte e le divise militari logorate dal tempo, si ritrova di fronte a quella di un garibaldino che gli evoca la storia della spedizione dei mille in maniera diversa da come tutti i sussidiari la raccontano. Da qui, da questa fantasia personale ha inizio Tresssicilie – abbecedario di decolonizzazione.


    domenica

    6 Maggio

     

     

    Tutti gli spettacoli servono a finanziare la ricostruzione del Teatro
    Ingresso libero con sottoscrizione volontaria

     

    Aggiungi commento