Migranti, giovani, precari, ambiente|venerdì, Settembre 25, 2020
Ti trovi qui: Home » Comunicati stampa » SEL a Pozzallo? “Debole e contraddittoria”. Parlano i comunisti

    SEL a Pozzallo? “Debole e contraddittoria”. Parlano i comunisti 

    Tempo di lettura: < 1 minuto

    L’appoggio del PDL di Pozzallo al candidato sindaco del PD, on. Roberto Ammatuna, non ci sorprende e non ci meraviglia.
    La spinta a destra dentro il PD è forte ed organizzata e a Pozzallo ha trovato terreno fertile grazie al profilo politico dell’on. Ammatuna.
    L’accordo non è stato siglato dai coordinativi cittadini, che evidentemente non contano nulla, ma dai maggiorenti, Ammatuna per il PD e Leontini e Nino Minardo per il PDL.
    Le conseguenze politiche di tale operazione sono evidenti e il modello Pozzallo ha trovato il convinto sostegno del PD di Vittoria e del sindaco Nicosia, che si regge su una indefinibile alleanza PD, TRANSUMANTI, UDC e SEL (il cui status a sinistra è quello di abusivi e con i quali non è possibile fare accordi politici).
    Ma anche la risposta di SEL di Pozzallo è stata debole e contraddittoria.
    Non basta prendere le distanze dal PD. Non riuscire a trovare un candidato a sindaco credibile e di sinistra, ma mettersi sul mercato e candidare a sindaco Luigi Ammatuna, candidato nel 2006 del centro-destra, è dichiararsi sconfitti in partenza e subalterni al PD. Non lo si sconfigge rincorrendolo a destra.
    In tal modo il modello Pozzallo si rafforza e rischia di espandersi (Vittoria insegna) e nessuno potrà impedire a Roberto Ammatuna di essere incoronato re di Pozzallo, senza ricorrere al ballottaggio.
    Sel si troverebbe nell’imbarazzo di un accordo organico con PD e PDL senza poter incidere in alcun modo. Il rinnovamento della politica si pratica, non si predica; non serve fare appello a Vendola, come fosse “l’uomo della provvidenza”.
    È superato mediaticamente da ben altri demagoghi ed è in caduta libera.

    Vittoria, 28/4/2012

    Stefano Guastella, Giovani Comunisti Vittoria

    Emiliano Fidone, Giovani Comunisti Vittoria

    Aggiungi commento