Migranti, giovani, precari, ambiente|giovedì, febbraio 20, 2020
Ti trovi qui: Home » Ambiente » Giovanni Iacono parla del Muos

    Giovanni Iacono parla del Muos 

    Tempo di lettura: 2 minuti

     

    Nella risposta datami sul MUOS dall’Amministrazione Provinciale, a due mesi dalla mia interrogazione presentata il 12 febbraio, non mi vengono fornite le CARTE che avevo chiesto al Presidente Antoci relativamente all’incontro da lui avuto a Palermo con i vertici dell’Aeronautica Militare. Il Presidente Antoci aveva riportato le rassicurazioni che “non esistevano interferenze tra l’aeroporto di Comiso e il Muos”. Io avevo chiesto ad Antoci di fornirmi quelle rassicurazioni “per iscritto” .La Giuntami risponde che a tutte le sollecitazioni fatte al Ministero della Difesa e Aeronautica che ha effettuato “non ha ancora avuto riscontro”. Il Ministero dell’Ambiente risponde invece che :”la misurazione dell’inquinamento da radiofrequenza sarà eseguita appena i sistemi saranno installati e pronti ad operare”. Incredibile ma vero ! ma negli altri 3 siti di MUOS del mondo che sono in zone desertiche non li hanno già eseguiti i controlli ? in Sicilia verificheranno ….dopo, intanto si costruisce  e dopo, se i controlli accerteranno inquinamento e interferenza, cosa faranno ?

    Sul MUOS sta avvenendo ciò che avviene per molte cose. Il gioco delle parti ! a qualche Consigliere provinciale , “smemorato”, che ama divertirsi a inviare comunicati stampa un po’ incompleti, ricordo che il Consiglio Provinciale ha votato non uno ma DUE ordini del giorno ed uno dei due riprendeva la mozione della Commissione Ambiente della Provincia, votata in precedenza, che aveva, integralmente, fatto proprio e votato all’unanimità il testo della mia interrogazione di febbraio 2012. Questo per dovere di informazione non per polemica. Poi veniamo alla sostanza ! Il problema del MUOS si risolve a cominciare dal governo Nazionale per finire a quello Regionale. Il governo Nazionale è sostenuto dal PDL + PD + UDC-FLI-MPA e a quel governo politico-tecnico il gruppo parlamentare al Senato di Italia dei Valori ha avanzato nei mesi scorsi, sull’argomento, apposita interrogazione. Vorremmo capire, considerato che le leve del comando li hanno il trio ABC  perché i loro rappresentanti locali, sindaci, amministratori, consiglieri continuano a produrre comunicati stampa e  presenze con aggiunta di gonfaloni ed evitano di arrivare alla vera soluzione del problema che è in mano ai loro rappresentanti nazionali e regionali ?

     

    Ragusa, 20 aprile 2012

    Consigliere Giovanni Iacono

    Aggiungi commento