Migranti, giovani, precari, ambiente|sabato, febbraio 29, 2020
Ti trovi qui: Home » Comunicati stampa » Corsi Copai- parla Iacono (IdV Ragusa)

    Corsi Copai- parla Iacono (IdV Ragusa) 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Giovanni Iacono su vicenda corsi Copai :”i giovani sono stati presi, ignobilmente, in giro e la fuga della Provincia dalle proprie responsabilità farebbe rabbrividire perfino Ponzio Pilato”

     

     

    Il Capogruppo in Consiglio Provinciale Giovanni Iacono ha presentato all’Ufficio ispettivo dell’Inps, denuncia tendente ad accertare l’eventuale omissione dei contributi che dovevano essere versati per i giovani e per i collaboratori che hanno partecipato ai corsi finanziati con i fondi PTTA dal Ministero dell’Ambiente di cui la provincia era beneficiaria e il Copai, su incarico della provincia stessa, era l’ente attuatore. I corsi, iniziati nel 2006 e conclusi nel 2010 avrebbero dovuto formare le seguenti figure :

    • “Esperto nella gestione delle risorse idropotabili nella provincia di Ragusa”;
    • “Esperto turistico della fascia costiera nella provincia di Ragusa”;
    • “realizzazione di una struttura di servizi nel campo della gestione degli impianti di depurazione”.

    Alla fine dei corsi, i giovani formati e diventati “esperti”, dovevano essere avviati alla “creazione di impresa”. Tutta l’operazione si è rivelata alla fine una colossale e tragica presa in giro e  quattro anni della vita di decine di giovani, oltre a centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici, sono stati “bruciati” e vanificati. Ai giovani non hanno dato nemmeno l’attestato di expertise. A coloro che hanno “abboccato” dando credito a dei “bandi pubblici” è rimasto il nulla, tanta amarezza verso la mala politica e, purtroppo, la rassegnazione.  In questi due anni il Consigliere Iacono ha fatto diverse interrogazioni richiamandola Provinciaalle proprie responsabilità e trovando sempre un vero e proprio “muro di gomma”. Iacono, ha dichiarato :”la fuga della Provincia dalle proprie responsabilità farebbe rabbrividire perfino Ponzio Pilato. Con amarezza e rabbia dico che  la politica ha fallito e la mala politica ha vinto e spero che qualcuno paghi per ciò che è stato fatto a questi giovani e chi deve pagare lo deve fare iniziando dai contributi previdenziali e dal pagamento della retribuzione per il periodo on the job. “
    Ragusa, 31 marzo 2012

    Aggiungi commento