Migranti, giovani, precari, ambiente|sabato, febbraio 29, 2020
Ti trovi qui: Home » Cultura e creatività » Io o Bruno Vespa

    Io o Bruno Vespa 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Stefano Benni presenta il suo ultimo libro presso la Feltrinelli di Catania

    “Scopriremo solo tra vent’anni se io…o Bruno Vespa”

     

     

    Stefano Benni, scrittore bolognese ha presentato il suo ultimo libro Giovedì 20 Ottobre, ospite presso la Feltrinelli di Catania, con grande presenza di lettori appassionati e semplici curiosi.

    Lo scrittore – entrato nel cuore di diverse generazioni di lettori grazie a racconti e romanzi come: Bar sport, La compagnia dei Celestini, Margherita Dolcevita e Saltempo – ha raccontato in breve il suo ultimissimo lavoro La traccia dell’angelo, edito da Sellerio.

    Durante i festeggiamenti di un Natale degli anni Cinquanta il piccolo Morfeo osserva incantato il puntale raffigurante un angelo posto sulla cima dell’albero, in seguito il bambino allontanatosi dall’albero e rannicchiato vicino ad una finestra, resta vittima di un incidente e lotterà per giorni tra la vita e la morte. Quello che c’è dopo è la vita di Morfeo negli anni successivi all’incidente natalizio. Ciò che segue può essere letto come delirio, come sogno o come racconto di veritiero contaminato dal dolore. Morfeo cresce, diventa scrittore, e percorre il suo cammino interamente segnato dalla malattia – forse ereditata da quell’incidente – che lo rende diverso e non mette d’accordo i medici e “l’industria delle sofferenza” (cit. Benni). Superbia, vanità, incompetenza, e cinico affarismo lo lasciano in balia dei farmaci: le sue giornate diventano ritmate da quel dominio chimico.

    Il romanzo viene descritto dallo stesso Benni, come “un libro di sofferenza” parecchio diverso dalla comicità di Bar Sport, soprattutto per la tematica principale trattata dall’autore; la malattia sia “dell’anima che del corpo” e il cinismo dell’industria lucrosa della sofferenza, con la ricerca dell’autore di angeli non in cielo, ma in terra.

    Rimandando il giudizio al lettore Benni ha chiosato con ironia; “scopriremo solo tra vent’anni se io…o Bruno Vespa”. Estremamente disparate le domande poste dal pubblico presente in sala, dal lessico utilizzato nei suoi libri, alla situazione politica italiana. In seguito qualche vellutata polemica con il film tratto da Bar Sport e recentemente uscito nelle sale cinematografiche, film dal quale Benni prende le distante –  rispondendo alle domande del suo pubblico fatto soprattutto di ragazzi e studenti – affermando di non aver collaborato alla realizzazione e che il film è molto distante dal libro.

     

     

    Simone Rinaldi

    Per saperne di più  leggi l’articolo di Federico Salvo

    Aggiungi commento