Migranti, giovani, precari, ambiente|sabato, febbraio 29, 2020
Ti trovi qui: Home » L'Europa siamo noi » Intervista ad Antonella Brucato del Centro per lo Sviluppo Creativo D.Dolci

    Intervista ad Antonella Brucato del Centro per lo Sviluppo Creativo D.Dolci 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Antonella Brucato ha partecipato al Programma Gioventù in Azione e ha avuto esperienze nell’ambito dei programmi europei. L’abbiamo sentita al seminario di Acireale del 20-21 Settembre 2011.

    A che tipo di programmi hai partecipato (SVE, Erasmus,etc)?
    – Ho partecipato al programma “Gioventù in Azione” con una Azione 1.1 – Scambi di giovani – come ideatrice e coordinatrice di un programma dal titolo “Intercult-Rural” che ha dato a giovani provenienti da 7 Paesi Eu la possibilità di vivere un settimana all’insegna dello scambio di esperienze tra il mondo rurale e quello urbano. Realizzato nel territorio di Petralia Soprana (PA) nel Parco delle Madonie e promosso dall’Associazione “Centro per lo Sviluppo Creativo D.Dolci” è stato considerato un successo come espresso dai partecipanti che hanno avuto modo di calarsi attivamente nella vita rurale attraverso la metodologia dell’educazione non formale;
    – Ho coordinato un progetto “Citizenship” – Programma “L’Europa per i Cittadini” – presso l’Unione dei Comuni dall’Eleutero a Roccabusambra (Marineo, Villafrati, Bolognetta) destinato ai giovani ed agli stackolders  di 3 Paesi EU (Italia, Spagna, Francia);
    – Ho partecipato ad uno SVE in Inghilterra dove sono stata da Gennaio a Luglio scorso. Ho vissuto in Hampshire e ho collaborato con il Countryside Education Trust che si occupa di tutela ambientale e promozione culturale.

    E’ un tipo d’esperienza che consigli?
    Si. L’Europa offre davvero tante ed interessanti opportunità che permettono ai giovani di uscire dai propri confini fisici e mentali. Dunque vivere questo tipo di esperienze, scambi, Sve etc. consente davvero di crescere, acquisire elasticità mentale, conoscersi meglio ed avere maggiori opportunità per il seguito.

    Con chi ci possiamo mettere in contatto per aderire a progetti di SVE o di scambio in Sicilia?

    Ci sono diverse Organizzazioni che anche nella nostra isola offrono la possibilità di conoscere e di candidarsi per progetti EU che interessano. Sono ben lieta di indicare alcuni nomi di Organizzazioni con cui sono stata in contatto e che certamente svolgono un brillante lavoro in tal senso: CESIE, Centro per lo Sviluppo Creativo D.Dolci, Ceipes, Arces… Insomma basta fare una bella ricerca in rete e si spiegheranno un sacco di opportunità.

    Cosa ti è rimasto del seminario di Acireale promosso dall’ANG?
    é stato molto utile ai fini dell’approfondimento delle conoscenze già presenti sul programma “Youth in Action” e di apprendimento di nuove informazioni. Anche gli info corner e l’esercitazione sulla progettazione sono state occasioni significative di confronto e di potenziamento delle conoscenze.

     

    Intervista di Giulio Pitroso

    About the author: Giulio Pitroso

    Giulio Pitroso, nato nel 1989 a Ragusa. Laureato in Lettere Moderne a Catania, in Culture Moderne Comparate a Torino. Ha collaborato con Il Clandestino con Permesso di soggiorno, Sciclipress, IlMegafono.org. Ha diretto dalla sua fondazione Generazione Zero Sicilia fino al luglio 2012. Dallo stesso anno è presidente di Generazione Zero. I suoi articoli sono stati ripresi su Liberainformazione e i Siciliani giovani.

    In risposta a Intervista ad Antonella Brucato del Centro per lo Sviluppo Creativo D.Dolci

    1. Pingback: Dossier sul Seminario del 20-21 settembre di Acireale della ANG | Generazionezero

    Aggiungi commento