Migranti, giovani, precari, ambiente|sabato, febbraio 29, 2020
Ti trovi qui: Home » Cultura e creatività » Intervista alla band Ciauda

    Intervista alla band Ciauda 

    Tempo di lettura: 2 minuti

    Chi sono i Ciauda?
    Emanuele Di Giorgio – chitarra e voce
    Giuseppe Tomaselli – vocal bass
    Fabio Vassallo – basso e contrabbasso
    Maurizio Santontonocito – djambè bongos
    Abramo Laye Senè – dun dun djambè
    Massimo Caruso tastiera

    Cos’è il villaggio Ciauda, come e quando è nato?
    Come descrivere il villaggio ciauda… è una dimensione dove creare in sinergia, il posto dove   dormire riposando tra gli alberi ed il canto degli uccelli; è stare in un angolo di mondo in serenità e qui la maggior parte dei Ciauda ci abita ci lavora, ed è proprio nel villaggio che nascono i brani, le idee, nello stare insieme condividiamo il quotidiano e il sogno: emozionarsi sempre con la musica libera.

    Quali sono, secondo voi, le cause del disagio che viviamo oggi in Italia e soprattutto in Sicilia?
    Bè il vero disagio è non trovare l’alternativa al disagio stesso, nel senso che ogni momento storico attraversa disagi, e solo poi, guardandosi indietro, ci si accorge che la soluzione era proprio sotto il nostro naso; la soluzione è guardare alle piccole cose, le soluzioni semplici, ma si sa che l’individuo tende a complicare tutto, forse perché deve sentirsi al limite per poi trovare la forza di riprendersi. Le cause generano effetti e magari ci piace pensare che un giorno il mondo ci stupirà con effetti speciali, Italiani e Siciliani compresi.

    Qual è la vostra soluzione?
    Preparare un brano per quel giorno.
    La soluzione è mediare, provare a stare in equilibrio, e quando il vento spinge contro allargare le braccia e volare…

    Dove possiamo sentirvi suonare in questi mesi?
    Tutti i santi giorni al villaggio Ciauda, e per il resto ci vediamo in giro.

    Per le date e altre informazione contattateci su facebook
    o nel nostro sito ciauda.it

    Ringraziamo tanto i Ciauda per la loro disponibilità

    Di Attilio Occhipinti

    About the author: attilio occhipinti

    Nato a Ragusa nel 1989, sono laureto in Filosofia presso la Facoltà degli studi di Catania e in Comunicazione e Cultura dei Media all'Università degli studi di Torino. Dall’aprile 2011 scrivo su Generazione Zero, all’interno del quale ho ricoperto la carica di direttore editoriale dall'agosto 2013 fino a settembre 2014. Per circa un anno sono stato il responsabile delle risorse umane, ruolo che mi ha permesso di coordinare i rapporti tra gli autori e i collaboratori. Mi sono occupato di diversi temi curato nei miei articoli, dall'ambiente, alla politica, passando per i tanti problemi che affliggono gli studenti, i precari e gli immigrati. I miei articoli sono apparsi su I Siciliani giovani, rivista mensile di antimafia, mentre in passato ho collaborato con il mensile d’inchiesta Il Clandestino con permesso di soggiorno. Dal 2016 coordino le attività di ufficio stampa dell'Associazione Generazione Zero.

    Aggiungi commento