Migranti, giovani, precari, ambiente|lunedì, settembre 23, 2019
Ti trovi qui: Home » Curiosità » Luca Giannone e le sue gustose follie

    Luca Giannone e le sue gustose follie 

    Tempo di lettura: 3 minuti

    Di Giulio Pitroso

     

     

    Luca Giannone è un cuoco fantasioso di Scicli. Lo abbiamo intervistato per capire la sua erasmodiana follia culianaria.

     

    Da dove nasce la sua passione per la cucina?
    La mia passione per la cucina… Non è proprio nata subito, anzi a dire il vero… Odiavo questo mestiere.

    Siccome mio padre lavorava in sala come cameriere, sono sempre stato con lui… Ed ho imparato a disprezzare il lavoro dello chef, perché troppo impegnativo e, per colpa di esso, potevo stare con mio padre davvero poco tempo, eh,eh, eh…

    Poi un giorno varcai la soglia della cucina come aiuto cuoco e li si è aperto un mondo incantato,dove tutto quello che pensavo, non potesse mai far parte della mia vita….Divenne la “MIA VITA”… Come si dice!? Chi disprezza compra!!!


    Lei è uno chef “mediatico”. Ci può raccontare le sue esperienze con il mondo della radio?
    Ma no! Quale chef mediatico!? Eh, eh, eh!!!

    Ho partecipato….Diverse volte… Alla rubrica “Kisscuoce”, condotta da Stefania Lillo dentro la trasmissione in onda su radio Kisskiss, condotta da Marco Baldini ogni giorno dalle 10 alle 13.

    Sono intervenuto in diretta, presentando prima le “gastropazzie” dei video inventati da me e mia moglie Gabriella Blandino e poi dando delle ricette.

     


    E le esperienze con il web? Che importanza gli attribuisce nel suo lavoro?
    Le esperienze nel web??… Da febbraio con mia moglie giriamo delle videoricette (attualmente su www.youtube.it e anche su www.italiasquisita.net ) in modo comico,divertente e istruttivo di fare cucina cercando di abbattere gli stereotipi degli chef troppo seriosi.

    Io, quando cucino, mi diverto e questo voglio trasmetterlo a tutti.

    La cucina è, si, arte, disciplina e serietà….Ma è (secondo me) un modo di esprimere i propri sentimenti, scatenando le sensazioni, i propri desideri e tutto quello… Che al momento della creazione del piatto ci sentiamo di buttare fuori!…Infondendo a chi consumerà la portata  tutte le emozioni di chi l’ha creata.

    Attribuisco alle esperienze del web nel mio lavoro un valore aggiunto importantissimo, perché il web è il futuro!


    Il settore alberghiero in Sicilia è una risorsa ben incentivata dalle Istituzioni? Ha potenzialità inespresse?
    Si credo sia abbastanza incentivata… Ma penso che in alcune zone lo sia molto poco!

    Tipo nella Sicilia occidentale, ci sono poche strutture ricettive, in confronto alle grandi potenzialità che  la nostra terra ci offre da sempre.

    Ma credo comunque che ci stiamo iniziando ad attrezzare- molto tardi- ma meglio tardi che mai!

    Si ha tantissime potenzialità inespresse!! Un grosso problema che secondo me causa l’inespressione di… Tanti… E’ l’esagerazione dei prezzi che impongono alcuni ristoranti e strutture alberghiere in generale, quando si potrebbe dare la possibilità a tutti di mangiarvi! Sono d’accordo sulla qualità e la particolarità di alcuni piatti, ma a volte si esagera davvero.


    Quale è il suo piatto preferito?
    Non ho un piatto preferito in particolare, amo cucinare il pesce …Più della carne…Ma non faccio comunque tanta differenza….Amo mangiare il sushii, se è questo che intendeva la domanda, ahahah!!!


    Cosa consiglia a chi non conosce il mondo della cucina, ma vorrebbe apprendere?
    Cosa consiglio a chi vorrebbe intraprendere la strada del mondo della cucina?

    Tanto impegno, tanta passione e tanta tanta umiltà…L’ingrediente segreto per andare avanti e crescere.

    Quest’ultima purtroppo è una cosa che a tanti chef manca!!


    Cosa è una “gastropazzia”? Lei si considera un eterodosso della culinaria, un innovatore?
    Cos’è una gastropazzia l’ho spiegato rispondendo alla terza domanda….Non credo di essere un innovatore,anzi un tradizionalista/innovatore perché odio distruggere i piatti e ricomporli….anzi preferisco semplicemente abbinarli,anche con accostamenti improbabili tipo…sarde marinate con confettura di peperoni ,cipolla cruda di tropea e rucoletta…O….Gamberoni in tempura con maionese al caffè… Provare per credere!


    La cucina può migliorare la vita delle persone?
    La cucina??? Intesa come mangiar bene!!! Senz’altro!!

    Come lavorare in cucina??? Sì, anche, ma se si è portati, sennò può anche rovinartela eh, eh!


    Quanto può essere importante l’estetica di un piatto?
    L’estetica di un piatto secondo me è importantissima, anzi essenziale.

    E il primo impatto; dopo viene il profumo e poi il sapore. Tutti e tre hanno la stessa importanza. Il piatto deve essere eccellente, ma se l’aspetto è ottimo, l’odore e il sapore, alla fine, forse contano di meno, perché, se presentato in maniera  eccellente, con i colori abbinati bene, si potrebbe anche dire “chissà forse io non l’ho capito”.


    10 Dove prende i suoi prodotti e con che criteri li sceglie?
    I prodotti??  Tutti a chilometro zero! Il pesce non deve essere fresco…Di più! E cosi tutto il resto!!

     

     

    In risposta a Luca Giannone e le sue gustose follie

    1. Pingback: Luca Giannone e le sue gustose follie | SegnalaFeed.It

    Aggiungi commento