Migranti, giovani, precari, ambiente|domenica, giugno 25, 2017
Ti trovi qui: Home » Culturaespettacolo » Radio Impegno, un anno dopo

Radio Impegno, un anno dopo 

Un anno fa, un gruppo di attivisti e cittadini partorirono una pazza idea. Un anno fa, in uno dei quartieri più trascurati e degradati di Roma è nata una voce da un attacco infame e vile. Un anno fa a Corviale è nata una web-radio da un incendio doloso.
Il 30 maggio del 2016 dal Campo dei Miracoli, sede di Calciosociale e di Radio Impegno, è stata trasmessa in diretta la prima puntata della web-radio, andata in onda da mezzanotte alle sette del mattino, nel consueto orario di trasmissione. E un anno dopo, dal lancio della prima notte, anche noi di Generazione Zero ci ritroviamo qui al Campo dei Miracolia a celebrare il primo anniversario di un progetto prestigioso, importante e anche un po’ stravagante.
Da allora molte cose sono cambiate, da qualche decina sono a passate a 120 le associazioni che adesso aderiscono al progetto. La web-radio è approdata in Fm, prima sulle frequenze 103.3 e poi su quelle di Radio Città Futura (97.7).
Il primo anniversario è un avvenimento speciale e proprio per questo è stato accompagnato da un evento ricco di ospiti e di spettacoli.
Ad inaugurare la serata ci hanno pensato Ismaila Mbaye e Ousmane Coulibaly (membri della band del Kilimangiario dal 2005) suonando dal vivo lo “djembe” e il “balafon”, antichi strumenti africani, coinvolgendo il pubblico in balli e canti singolari.
Con la festa dell’anniversario è stata istituita anche la “Giornata Nazionale dell’Impegno”, durante la quale è stata conferita la carica di “Ambasciatore dell’Impegno” a diverse personalità che si sono distinte con determinazione nella propria professione, affinché promuovano e condividano la filosofia e i valori condivisi dalla comunità di Radio Impegno.

Gli Ambasciatori dell’Impegno

Sono stati premiati con la “maglietta dell’impegno” Jonis Bascir (attore, compositore e musicista), Titti Postiglione (Protezione Civile), Pietro Parisi (cuoco anti-racket), Rossella Santilli (giornalista), i volontari civici dei pompieri e i ragazzi del Baobab Experience.
Dopo le premiazioni sono iniziati gli altri spettacoli che hanno accompagnato la cena. I primi ad esibirsi sono stati i ragazzi del Termini Underground con numerose coreografie di break dance che hanno diffuso una enorme carica ed euforia nell’ambiente. Sono stati seguiti dai monologhi teatrali degli allievi dell’attrice Chiara Pavoni, la quale si è esibita a sua volta dopo di loro.

Gli allievi di Chiara Pavoni si esibiscono con tre monologhi teatrali

Prima che i ragazzi de “I Colori dei Giovani” concludessero la serata sulle note delle loro chitarre, in un “fuori programma” del tutto inaspettato si è esibita l’attrice Violante Placido che si è presentata a sorpresa abbracciando la “causa” di Radio Impegno.
La festa è finita, ma questo nuovo anno di Radio Impegno sta per iniziare. E proprio come in quello precedente le associazioni e i volontari di Radio Impegno trasmetteranno nelle loro variegate puntate dei valori e delle concezioni importanti, perché impegno è solidarietà, partecipazione e buon senso. Pratiche e comportamenti che vengono sempre meno in una società complessa e avulsa come la nostra, ma Radio Impegno continuerà a trasmettere dai suoi microfoni contro ogni discriminazione, razzismo e illegalità, diffondendo messaggi essenziali in una città come Roma naufragata nel mare dell’indifferenza e dell’illegalità.


Youssef Hassan Holgado

Aggiungi commento